Test per astigmatismo

Quadrante per astigmatismo: Si usa nella valutazione delle ametropie con componente astigmatica. Va presentato all’esaminato in condizione di annebbiamento; ciò forza un astigmatismo miopico semplice o composto; successivamente l’ametrope indicherà quale meridiano vede più nitido (facendo riferimento alle cifre dell’orologio) questo ci indicherà quale focalina si trova più vicina alla retina. Si procede alla compensazione…

Mire di fissazione

VERTICALI e ORIZZONTALI Sono mire che vengono utilizzate nella pratica clinica in vari test, ad esempio nella misurazione delle forie orizzontali e/o verticali. Sono disponibili in diverse difficoltà, su sfondo bianco e su sfondo nero PUNTIFORMI, IMMAGINI PER BAMBINI E PANORAMI   Disponibile in 2 diverse forme e dimensioni utili nel caso di bambini e/o…

Test della sensibilità al contrasto

‘E’ DI SNELLEN A PRESENTAZIONE RANDOMIZZATA (contrasto fisso, acuità visiva variabile) E di Snellen a presentazione randomizzata Il test descritto precedentemente (E Snellen random e interattiva) è disponibile a diversi livelli di contrasto. Con questa procedura si ricerca la soglia di AV per un determinato livello di contrasto I contrasti che sono impostati all’installazione si…

Acuità di risoluzione

Anelli o C di LANDOLT e E di Snellen/Albini Queste mire sono considerate come dei “reticoli semplificati”; sono quindi utilizzate nella valutazione dell’AV di risoluzione in quanto si tratta appunto di individuare, cioè “risolvere” l’interruzione dell’anello o l’apertura della E. Il test presenta le E di Snellen, le E di Albini e le C di…

Acuità morfoscopica

Le mire di questo test sono costituite da lettere dell’alfabeto disegnate secondo uno standard suggerito da Snellen; le lettere scelte sono quelle indicate dalla normativa BS 4724 e/o da Sloan. Le mire visualizzate sono definite con dimensioni angolari in primi, hanno valori da 20’a 0.8′ che corrispondono ad un’acutezza visiva da 0.05 a 1.2 (valore…

Standard utilizzati

LE MIRE Le lettere dell’alfabeto sono senza dubbio le mire di gran lunga più utilizzate, questo per la loro facilità di presentazione e di utilizzo: ricordiamo che con esse definiamo l’AV morfoscopica. Non c’è dubbio che la difficoltà di riconoscimento è molto differente da lettera a lettera, ad esempio: I con M, L con O…

RPT Reading Performance Test

Il RPT (test di performance nella lettura) è stato progettato in relazione e paragone al MN Read test sviluppato nel Minnesota Laboratory for Low Vision Research. Questo test mette in relazione la velocità di lettura con l’acutezza visiva. Viene mantenuto fisso il livello di difficoltà del testo, il numero di caratteri, il font, ecc.. si…

SCREENING VISIVO PND

TEST RELATIVO ALLA CAPACITA’ VISIVA PER IL PERSONALE ADDETTO AD EFFETTUARE PROVE NON DISTRUTTIVE (PND) IN CAMPO INDUSTRIALE Questo screening visivo (sequenza di più test specifici) è stato progettato secondo quanto disposto dalla normativa UNI ENISO 9712:2012 e Raccomandazione SNT-TC-1A. Viene somministrato agli addetti alle prove non distruttive (PND), che hanno il compito di verificare…

Test di Amsler

Il test di Amsler ** è una semplice procedura che mette in evidenza i difetti visivi causati da problematiche a carico della retina in particolare della sua zona centrale la macula: se sulla retina, qualunque sia la causa, si formano dei sollevamenti, dei distacchi, dei punti cechi, ecc.. questi produrranno a livello visivo delle metamorfopsie…

Test di Ishihara

Lo scopo di queste tavole è di rilevare il daltonismo congenito, condizione in cui si ha un’alterata percezione dei colori in seguito ad un difetto ereditario dei coni della retina. La cecità ai colori può essere totale, quindi si parla di acromatopsìa (visione monocromatica in bianco e nero perché non vengono percepiti né il rosso…